Lei che si ribella e lui che si difende

Per controbilanciare

Al di là del Buco

Lei ha il corpo in costante posa di rivolta. Muscoli tesi, nervi scoperti, qualunque cosa accada è giusto ribellarsi.

Lui è all’apparenza un uomo mite, sereno e sicuro di se’. Invece è in posa di difesa. Ogni affermazione dell’altra a lui sembra un attacco. Orientato contro di lui. Ogni gesto d’autonomia a lui sembra una sottrazione di autorevolezza, spazio, come fosse un modo per minare la sua sicurezza.

Lei si ribella e lui si difende. Mi sono detta che deve dipendere dal fatto che lui si senta l’obiettivo di quella ribellione. Colui il quale andrebbe sconfitto. E non capisce che in realtà la diffidenza è misurata nei confronti di chiunque non riconosca il valore di quella rivolta.

View original post 747 altre parole

Del negoziare il sesso e le relazioni

Al di là del Buco

1476615_255602317926981_857554357_n

Mi mostro nuda, in piedi, a testa alta, perché tu possa eccitarti per la mia forza. Perché abbia appeal un altro modello di donna. Perché ne ho abbastanza di dover fare finta d’esser madre quando ti aggrappi ai seni, o di dover fare finta d’essere fragile perché ti eccita l’idea di proteggermi. Vorrei piacerti senza lacrime, non da madonna, santa, martire, vittima. Vorrei piacerti solida, intera, autodeterminata. Vorrei tu mi scopassi eccitato all’idea che io non ho bisogno di te. Sono qui perché ti ho scelto. Sono qui perché lo voglio. E se non voglio me ne andrò via esattamente così come sono arrivata.

Vorrei mordessi quella parte di me che vuole riaffermarsi senza vincoli. Vorrei che ti eccitassi della mia eccitazione, quella vera, sapendo che se non mi ascolti non potrai mai scoprire quel che devi toccare, afferrare, baciare. Vorrei che mi leccassi quando ti insegno qualcosa, perché saperne…

View original post 421 altre parole