Amore a prima vista

Wislawa Szymborska
"Amore a prima vista"
 
sono entrambi convinti
che un sentimento improvviso li unì
è bella una tale certezza
ma l’incertezza è più bella
 
non conoscendosi,credono
che non sia mai successo nulla fra loro.
ma che ne pensano le strade,le scale,i corridoi
dove da tempo potevano incrociarsi?
 
vorrei chiedere loro
se non ricordano –
una volta un faccia a faccia
in qualche porta girevole?
uno "scusi" nella ressa?
un "ha sbagliato numero" nella cornetta?
– ma conosco la risposta
no,non ricordano.
 
li stupirebbe molto sapere
che già da parecchio tempo
il caso stava giocando con loro.
 
non ancora del tutto pronto
a mutarsi per loro in destino,
li avvicinava,li allontanava,
gli tagliava la strada
e soffocando una risata
si scansava con un salto.
 
vi furono segni,segnali,
che importa se indecifrabili
Forse tre anni fa
o lo scorso martedì
una fogliolina volò via
da una spalla a un’altra?
qualcosa fu perduto e qualcosa raccolto.
chissà,era forse la palla
tra i cespugli dell’infanzia?
 
vi furono maniglie e campanelli
su cui anzitempo
un tocco si posava sopra un tocco.
valigie accostate nel deposito bagagli.
una notte,forse,lo stesso sogno,
subito confuso al risveglio.
 
ogni inizio infatti
è solo un seguito
e il libro degli eventi
è sempre aperto a metà.
Annunci

poesia da Patch Adams

"Non t’amo come se fossi rosa di sale, topazio o freccia di garofani che propagano il fuoco:
t’amo come si amano certe cose oscure, segretamente, entro l’ombra e l’anima.
t’amo come la pianta che non fiorisce e reca dentro di sè, nascosta, la luce di quei fiori;
grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo il concentrato aroma che ascese dalla terra.
t’amo senza sapere come, nè quando,nè da dove,
t’amo direttamente senza problemi nè orgoglio:
così ti amo perchè non so amare altrimenti che così,
in questo modo in cui non sono e non sei,
così vicino che la tua mano sul mio petto è mia,
così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno".
                                                                                                                                     (Patch Adams)

belle frasi tratte da film

"…e smetterò di aspettarti..perchè aspettare te è come aspettare la pioggia durante la siccità:inutile e deludente.."        (Cinderella story)
 

 "io non suono per te, suono per le donne che hanno negli occhi la memoria del mondo…"  

 

Quegli occhi,quel paio d’occhi che brillavano,sembravano due fari,due torce..E quel sorriso,così accencante..sembrava..sembrava di vedere il sole quando lei rideva,credimi..Quando un uomo si sente addosso quello sguardo,quell’espressione..ma è inevitabile che gli esploda qualche cosa dentro…Tu pensi che io c’ho avuto soltanto un infarto?! Ma io ce ne ho avuti tre,quattro..non so nemmeno io quanti ne ho avuti!..Il primo sicuramente quando ci siamo visti la prima volta,poi il secondo quando mi ha accarezzato..e il terzo quando ci siamo baciati,qui..Stavo per rimetterci le penne Fulvio,lo sai…però,se qualcuno mi facesse la fatidica domanda: "Ernesto, ne è valsa la pena?",io risponderei: "Ne è valsa la pena…Ne è valsa VERAMENTE la pena.." (Manuale d’amore 2)                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

Un’estate strana…

Eh sì,è stata un’estate proprio strana…non entusiasmante come mi aspettavo,perchè ci sono stati momenti di noia,tristezza e minidepressione x vari motivi che non sto a spiegarvi,ma nemmeno disastrosa,perchè a pensarci bene dei momenti divertenti ce ne sono stati,e nemmeno troppo pochi..
1.Ho conosciuto persone nuove(iniziando dai Loianesi conosciuti grazie alla fantastica Lu"Pensiero Stupendo",e proseguendo con dei pazzi di Peschiera a Riccione,poi i mitici Romani,le belle Padovane e le indimenticabili Supercaccole alessandrine in Tunisia,poi i vicini di casa Californiani in Sardegna e infine della bella gente nella Bassano by night,hihi);
2.mi sono fatta nuovi amici(vedi sopra)che non so se dureranno nel tempo,si vedrà in futuro,ma con alcuni dei quali spero davvero di mantenere i contatti 
3.ho avuto alcuni flirt(pochini pochini e brevi brevi,giusti x un’estate scacciapensieri);
4.ho fatto nuove esperienze(mai tanto pazze e divertenti come quella di vivere in 4 in un garage con 3 letti a Riccione!!)
5.ho registrato tanti motti estivi da ricordare e su cui riderci su,dal mito riccionese della "Passoa,il frutto dell’amore" al "ch’amarezza!"tunisino,finendo con i sardi "shuck and puppets"(alias "baracca e burattini") e "goodnight to music players"(spero di non doverlo tradurre)ahahah;
6.mi sono abbronzata,anzi "annerita" x benino sotto i cieli tunisini e riccionesi(sardi un po’ meno,ha piovuto spesso,ma vabbè..),ma soprattutto…
7.ho cazzeggiato nonchè oziato così tanto e x così tanto tempo che ora non trovo più la forza di riprendere il trantran del caro(mica tanto),vecchio inverno..Mi spiegate perchè ci ha messo così tanto ad arrivare l’estate,col sole e il caldo afoso,e ora ci mette così poco a tornare il freddo e l’autunno???io personalmente non me ne capacito..
intanto passo questi giorni di fine vacanze(sì perchè è la fine delle vacanze,se ancora non ve ne siete accorti o come me non volete accorgervene) stravaccata sul divano a guardare dalla finestra il cielo grigio e piovoso,senza riuscire nemmeno ad aprire un libro(è da tutta l’estate che non ne tocco uno..mi aspetta un rientro non molto sereno),e la cosa più preoccupante è che non mi sento nemmeno allarmata dal fatto che manca poco all’inizio della scuola e io non ho concluso proprio un fico secco,anzi,direi che sono totalmente passiva e indifferente a ciò(il famoso "francamente me ne infischio"calza a pennello..)..il solo pensiero dei prossimi 9 mesi(gli ultimi,se dio vuole)passati in classe a lottare contro la noia,e poi a casa a lottare contro la depressione pre-studio pomeridiano mi fa star male..credo che le uniche cose che mi salveranno saranno i weekend,i festini a casa mia(le famose feste delle gemelle!),i gelati da gianni(finchè non va in chiusura invernale,io stazionerò lì),le vacanze di natale e,perchè no?,anche i ricordi di questa strana,strana estate..                                                                                                                                    Ciao Belli